Programma

PROFUMI di POESIA
Festival e Premio letterario
 (scadenza concorso 15 luglio 2018)

 da un’idea e a cura di Dona Amati e Antonella Rizzo

 Progetto a cura di Fusibilia
Con il patrocinio della Città di Aprilia (LT)
Con il patrocinio del Comune di Sant’Elena Sannita (IS)
Il patrocinio della Fondazione “Il cammino del Profumo”
Il patrocinio e il sostegno della casa profumiera “Rancè – Profumi imperiali dal 1795”
In collaborazione con:
Terra Matta
L’Arco di Aprilia
CulturaMente
FusibiliaLibri Edizioni
                                                   Ibdart Peace                                                     

Il Profumo, come la Poesia, risveglia i sensi in un condensato di memorie e sentimenti. Il Profumo sta all’odore come la Poesia sta alla parola.

Profumi di Poesia: incontri in profumeria a stretto contatto con il pubblico per parlare, imparare, scoprire profumi e poesia.

Cosa rivela il connubio tra Poesia e Profumo se non un’estensione di Cultura e di Bellezza (quella che, secondo Dostoevskij salverà il mondo)? Qual è il quid che le unisce? Per Dona Amati e Antonella Rizzo, ideatrici del progetto, il bisogno di convergere due stati ESsenziali della Physis (Natura), sensi e creatività, verso un emblema plurisensoriale, tra parola e olfatto, di Bellezza.

“Profumi di poesia”  si articola in due momenti.

Rassegna olfattivo-letteraria.  Cinque incontri dalla formula originale e di particolare attrattiva, per un evento poliedrico e polisemico sotto l’egida, appunto, della Bellezza. Ogni momento recherà il nome di una profumazione Rancé e si aprirà con la descrizione della fragranza e della sua storia personale.

Premio letterario “Profumi di poesia” ( qui  il bando) a cui si può concorrere con poesie, haiku, silloge inedita, libro edito e racconti. In palio per il podio i profumi di casa Rancè e la pubblicazione gratuita della silloge inedita per i tipi di FusibiliaLibri.

 La manifestazione, ideata da Dona Amati di Fusibilia, e da Antonella Rizzo, sarà realizzata grazie alla disponibilità accordata dalla Profumeria Prioli di Aprilia, i cui fondatori vengono da Sant’Elena Sannita, il paese molisano noto per aver dato i natali a moltissimi maestri profumieri e sede del Museo del profumo. Nel raffinato salone d’esercizio ad Aprilia (LT) si terranno i primi tre incontri a partire dal 12 maggio; il conclusivo, dal titolo En plen air festival, si terrà a giugno nella tenuta di Terra Matta di Daniela Rindi a Campoleone. La rassegna è realizzata da Fusibilia con il patrocinio del Comune di Sant’Elena Sannita e della Fondazione Il Cammino del Profumo, con il sostegno della prestigiosa casa profumiera “Rancé Profumi imperiali dal 1795”, in collaborazione con Terra Matta, L’Arco di Aprilia, e CulturaMente.

 Nel programma (qui il calendario), letterati e poeti di chiara fama, personalità del mondo della moda e di settore. Ciascun incontro sarà dedicato a un profumo di casa Rancé che, come ‘musa ispiratrice’, condurrà il filo degli incontri tra poesia, critica e letteratura, esposizione del contesto storico, moda e fashion, conversazione colta sulle essenze e sui principi della cosmesi. A interloquire con il pubblico saranno Marcia Theophilo, poetessa e antropologa brasiliana candidata al premio Nobel; Rino Caputo, già Preside della facoltà di Letteratura Tor Vergata, la poetessa marocchina Dalila Hiaoui, la poetessa egiziana Manal Serry, gli scrittori e poeti Claudio Marrucci e Iago, lo storico del costume Guido Fauro, la blogger di moda Emanuela Dottorini Torlonia, la stilista Emanuela Bracaglia, la performer Monica Argentino, che offrirà agli astanti una performance di body paint, l’astrologa Mirella Stazi, e i fotografi Angela Marano, Fabrizio Tedeschi e Elena Castellacci.

 ______________________________

Settore: cultura, letteratura, arte.
Tipo di evento: Festival “Profumi di Poesia”.
Date: 12/05/, 26/05, 9/06 2018 ore 17.00; 23/06 ore 11:00-21:00; 23/06 ore 11:00-21:00.
Presso: Profumeria Prioli, via degli Aranci 8, Aprilia (LT) – Terra Matta presso Tenuta Campoleone, 8, Aprilia (LT).
Interventi: Marcia Theophilo, Rino Caputo, Dalila Hiaoui, Manal Serry, Claudio Marrucci, Iago, Guido Fauro, Emanuela Dottorini Torlonia, Emanuela Bracaglia, Alice Moon, Mirella Stazi, Angela Marano, Fabrizio Tedeschi, Elena Castellacci, Dona Amati, Antonella Rizzo, Daniela Rindi e Giusy Prioli.
Organizzazione: Dona Amati (Fusibilia) e Antonella Rizzo, in collaborazione con Terra Matta, Arco di Aprilia, CulturaMente, con il patrocinio del Comune di Sant’Elena Sannita, Fondazione “Il cammino del Profumo” e il sostegno di Rancè Profumi imperiali dal 1795.
Info: tel. 3460882439
Email: segreteria@profumidipoesia.it; info@fusibilia.it
Sito web: www.profumidipoesia.it; www.fusibilia.it
Ingresso libero

***

Programma

sabato 12 maggio 2018 ore 17,00
Aprilia, Profumeria Prioli, via degli Aranci 8

incontro dedicato a Le Vainquer  (famiglia legnosa-aromatica) LeVanquer

Storia della fragranza: Il Vincitore. François Rancé dedicò questo profumo a Napoleone, ispirandosi alle atmosfere mediterranee, tanto care a Napoleone e a lui stesso.

Ospiti:

Per la poesia: Marcia Theophilo, poeta, antropologa, scrittrice, saggista, candidata al Premio Nobel per la Letteratura.
Per la conversazione colta: Rino Caputo, già Preside della Facoltà di Letteratura italiana a Tor Vergata.
Per la fotografia: Fabrizio Tedeschi, fotografo.
Per la performance di body paint: Monica Argentino, performer e body painter.
In esposizione tra i profumi, opere fotografiche.
Al termine, “scrittura al buio collettiva”, e lettura.
Un calice di vino e un dolcetto.

bottiglia-profumo_kch0057

sabato 26 maggio 2018 ore 17,00
Aprilia, Profumeria Prioli, via degli Aranci 8

josephineinterno
incontro dedicato a Josephine (famiglia orientale-floreale)

Storia della fragranza: A Joséphine, la donna più amata da Napoleone, François Rancé dedicò questo profumo. In questa essenza François rappresentò la stessa Joséphine, allegra, brillante, sensuale, affascinante.

Per la poesia: Claudio Marrucci, poeta e scrittore.
Per la conversazione colta: Guido Fauro, creatore di moda, stilista e poeta; Emanuela Bracaglia, creatrice di cappelli.
Per la fotografia: Angela Marano.
Per la performance di poesia estemporanea: Iago, poeta e performer.
In esposizione tra i profumi, creazioni di Emanuela Bracaglia.
Al termine, “scrittura al buio collettiva”, e lettura.
Un calice di vino e un dolcetto.

bottiglia-profumo_kch0057

sabato 9 giugno 2018 ore 17,00
Aprilia, Profumeria Prioli, via degli Aranci 8

LaetitiaInternoincontro dedicato a Laetitia (famiglia orientale, cipriato, floreale)

Storia della fragranza: François Rancé rese omaggio a Laetitia, la Madre dell’Imperatore, da lui amatissima, con questa fragranza raffinata di grande eleganza, fascinosamente femminile, di un’intensità e un carattere che di lei rifletteva l’indole appassionata e volitiva.

Per la poesia: Dalila Hiaoui (nata in Marocco), poeta; Manal Serry (nata in Egitto), poeta.
Per la conversazione colta: Emanuela Dottorini Torlonia, redattrice di Mycultureinblog, blogger di cultura, arte e moda.
Per la fotografia: Elena Castellacci.
Per la performance: Mirella Stazi, astrologa.
Al termine, “scrittura al buio collettiva”, e lettura.
Un calice di vino e un dolcetto.

bottiglia-profumo_kch0057

sabato 23 giugno 2018
En plein Air  Festival – Profumi suggestioni e parole nel verde
Terra Matta, tenuta di Campoleone

terramatta fuoriore 10.00
Riconoscere le erbe spontanee
passeggiata nel bosco e raccolta delle erbe con Roberto Peretti Stregone

Astrologia Junghiana e Tarocchi marsigliesi di Jodorowsky
con Mirella Stazi
(consultazioni disponibili fino al termine della giornata)

Atelier di oggetti d’arte e artigianato

ore 11.30
Improvvisazioni poetiche con Iago Sannino

ore 12.30
Desinare poetico – menù dello chef Roberto Peretti Stregone

ore 15.30
Angolo dei sensi e delle essenze preparare olii essenziali ad uso cosmetico con Carola Haller

 ore 17.00
Laboratorio di creatività poetica con Stefania Di Lino

ore 17.45
Haiku e palindromi con Annamaria Giannini

ore 18.30
La poesia in pillole con Franca Palmieri

ore 19.30
Cerchio sciamanico nella natura con Genesio Antoniello

ore 20.30
Desinare poetico – menù dello chef Roberto Peretti Stregone

 ore 21.30
Reading ‘au clair de lune’
letture sensoriali tra suoni etnici e profumi d’estate

Sarà presente un punto di ristoro per tutta la durata della manifestazione

§§§§§

Cenni biografici degli ospiti

Marcia Theophilo, poetessa ed antropologa brasiliana, vive tra Roma e il Brasile, e rappresenta l’Unione Brasiliana Scrittori in Italia. Attiva nella difesa della foresta amazzonica, ha incentrato la sua poetica sulla natura, sui popoli indigeni e sui miti dell’Amazzonia, sulla denuncia dello scempio che si compie ai suoi danni e sull’impegno per la sua salvaguardia. Numerose le sue pubblicazioni e i riconoscimenti a livello internazionale. Già candidata al premio Nobel per la Letteratura, è testimonial dell’iniziativa “Per una Cultura della Biodiversità”, promossa dalla Commissione Italiana UNESCO per la campagna di educazione allo sviluppo sostenibile (DESS).

Dalila Hiaoui, poetessa e scrittrice internazionale, è nata a Marrakech, in Marocco, e vive a Roma, dove lavora come docente di lingua e cultura araba, presso le agenzie delle Nazioni Unite, il Centro Islamico Culturale d’Italia e l’Università Internazionale UniNettuno. Ha pubblicato diversi libri di poesia e narrativa, e collabora come opinionista con varie riviste e giornali arabi. Dal 2013 organizza il salotto letterario bilingue “J’nan Argana” (“Paradiso di Argan”).

Manal Serry, poetessa, è nata ad Alessandria d’Egitto e vive stabilmente a Roma da alcuni anni dove svolge l’attività di mediatore socio culturale e mediatore interculturale con la lingua araba. È Consigliere culturale, presidente dell’associazione IBDART PEACE, membro del Consiglio nazionale della donna, cerimoniera rapporti esteri dei caffè letterari d’Italia e d’Europa. È autrice di poesie Sufi e ha pubblicato diverse sillogi poetiche. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti e Premi internazionali. Fa parte degli autori della I edizione del Salotto poetico all’Accademia d’Egitto di Roma.

Claudio Marrucci è laureato in Lingue Moderne alla Sapienza di Roma. Ha conseguito il máster in Profesorado de Lengua y literatura Castellana e licenciado in Filología Hispánica allUniversità Complutense di Madrid, e seguito corsi di formazione della Harvard University. Ha pubblicato il suo primo libro a sedici anni. Da allora è autore di racconti e poesie in varie antologie. Ha pubblicato la raccolta di poesie Miles, FusibiliaLibri, e il romanzo Ammettiamo che l’albero parli, Ed. Fahrenheit 451. Ha curato una raccolta di arringhe dell’anarchico Pietro Gori e un’antologia di racconti su San Francesco. Ha curato e tradotto Cammino orgogliosa per la mia strada di Wallada Bint Al-Mustakfi (sec. XI), FusibiliaLibri, 2015, unica pubblicazione in lingua italiana della poesia della ‘Saffo andalusa’. Per il MIUR si è occupato di due ricerche sulle lingue di minoranza (suoni dalle minoranze, local lingue infanzia). Per il Comune di Roma e l’Università Complutense, ha realizzato una ricerca sugli stereotipi di genere nelle scuole di Roma (Tor Sapienza e V Municipio) e Madrid.

Iago, nome d’acqua Roberto Sannino. È nato a Roma nel 1968. Attua incontri pubblici di scrittura “intemporanea” volti a favorire un dialogo vivo e dinamico tra persone e scrittura. Primo classificato al concorso Fonopoli, di Renato Zero nel 2006. Ha pubblicato cinque sillogi poetiche ed è presente in diverse antologie, come SignorNò, poesie e scritti contro la guerra. Ha tenuto laboratori di scrittura poetica per scuole e istituti privati. Ospite in fiere letterarie e in rassegne culturali. Ha prodotto un ibrido cartaceo Fabian (L’Erudita-Perrone), di racconti brevi legati a poesie derivate. Ha ideato e messo in scena Beethoven in versi scrittura in presa diretta su base musicale classica. Dirige una collana di poesia, edizioni Pellicano.

Rino Caputo, già professore ordinario di Letteratura Italiana presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata”, preside della stessa Facoltà, e presidente della Conferenza Nazionale dei presidi delle Facoltà di Lettere e Filosofia delle Università italiane. Membro dell’“Arcadia” e della “Dante Society of America”, ha svolto lezioni e seminari, oltre che in vari atenei italiani, in università di molti Paesi. Ha pubblicato saggi e volumi su Dante, Petrarca, Manzoni e il primo romanticismo italiano, Pirandello, e sulla critica letteraria. Collabora con le maggiori riviste di letteratura italiana ed è condirettore della rivista internazionale “Dante. International Journal of Dante Studies” e direttore della rivista internazionale “Pirandelliana”.

Guido Fauro è nato in Friuli e vive a Roma, dove lavora. Laureato in Lettere – con una tesi su I costumi di corte a Bisanzio – e ancora specializzato in Storia dell’Arte – con una tesi su Il costume veneziano nel Settecento, attraverso la lettura di alcuni corredi dotali – richiesto da Istituti di formazione per stilisti, dall’Istituto Centrale del Restauro di Roma, dalle Università di Trieste e Firenze, ha insegnato e insegna Storia del costume, Storia della moda e sua organizzazione, Storia dell’arte. Nell’ambito della ricerca, ha all’attivo alcune pubblicazioni per riviste del settore e per conto della Enciclopedia Italiana Treccani; con interventi sulla Storia del costume, ha partecipato a convegni di carattere internazionale. Come stilista e redattore, ha collaborato con atelier, industrie e riviste di moda femminile, occupandosi soprattutto di accessori.

Angela Marano è nata a Trapani e vive a Giulianello, nei Castelli romani. Laureata in scienze dell’educazione si è dedicata per anni alla sperimentazione in campo educativo. Insegna nella scuola dell’infanzia. Appassionata della poesia breve pratica lo Haiku e il Petit Onze. Ha partecipato alle antologie: La tentazione di esistere, Hyperversi, XXX-VI e Dieci anni VII, editrice Limina Mentis; Haiku tra meridiani e paralleli, FusibiliaLibri. Ha pubblicato la raccolta poetica Un attimo di vita che si fa verso, deComporre Edizioni. Sempre incline all’arte, è apprezzata pittrice e fotografa.

Emanuela Dottorini Torlonia, blogger da anni è sul web con il sito http://www.mycultureinblog.it  con il quale divulga la sua idea indipendente di arte, cultura e fashion. Gli studi classici e la formazione giuridica, ma soprattutto un’eredità affettiva, le hanno dato la passione per la cultura.L’arte, i libri ( di cui è lettrice forte) e ogni disciplina che può essere d’interesse culturale sono espressione del suo innato eclettismo al quale non vuole rinunciare compreso il fashion, sua passione da quando era ragazza.

Monica Argentino, nasce a Roma, artista poliedrica: Pittrice, Body painter, Performer ed Attrice. I suoi progetti contemplano spesso diverse arti. Si definisce una “sperimentatrice”, cercando di rinnovarsi e di trovare nuove strade per esprimersi. http://www.alicemoon.it

Emanuela Bracaglia inizia a realizzare cappelli in lana dagli anni ’90 e qualche anno fa inizia a sperimentare nuove tecniche e materiali per costruire artigianalmente cappelli e fascinator di ogni foggia e per ogni occasione, proponendosi ad un pubblico eclettico sia maschile che femminile.  Emanuela non è solo una creatrice di moda ma un’artista eclettica che spazia dalla fotografia , alla pittura e scrittura, integrando i diversi registri nelle sue creazioni materiche .

Mirella Stazi nata nel ’79 è da sempre appassionata di letteratura e poesia. Terzo posto nel 2016 al concorso “Gli amici di Ron Hubbard” con il testo Curva della verità. Svolge a Roma la sua professione di astrologa di indirizzo malpurghiano e tarologa. Il canale youtube “Mira le stelle” e il programma televisivo “Buon Pomeriggio” di Telenorba danno al momento spazio alle sue previsioni astrologiche.

Fabrizio Tedeschi è un giovanissimo fotografo di Aprilia. Nasce a Genzano di Roma il 21 luglio 1998 e eredita la passione dal padre con il quale approfondisce la tecnica. Ha collaborato con associazioni del territorio ed è stato direttore della fotografia di Henry’s Studios, sempre di Aprilia.

Elena Castellacci si diploma in grafica e fotografia all’ISAP nel 1987. L’amore per il reportage l’ha portata in giro per il mondo a documentare gli aspetti delle diverse culture. Ha esposto in diverse gallerie d’Italia, in Messico, a Cuba. La Madre Terra e la Donna sono gli elementi base dei suoi ultimi lavori che trattano il rapporto tra le due energie femminili.

Annunci